JUVENTUS – NAPOLI 0-1
Nella più classica delle ninne nanne si minaccia, si fa per dire, i pargoli che stentano ad addormentarsi con la venuta del cattivissimo uomo nero…
Ora, nonostante il razzismo velato che sottende una canzoncina del genere, ieri sera un omone nero che svettava verso il cielo ha rubato (e da quelle parti è tutto dire) i sogni di gloria, cullati fino al minuto 89, dai bianconeri.
L’uomo nero è stato davvero il re degli insensibili: altri blancos avevano infranto certi sogni nei minuti finali e, come lui, da quelle parti avevano visto volare così in alto solo un certo CR7.
Ma KK o K2 è stata solo la vetta di una montagna che ha pesato su una Juve davvero poche volte vista così: la bellezza di una manovra corale finalmente ha prima messo paura, poi ha schiacciato la mancanza di idee dei bianconeri, bravi solo ad ingabbiare il reparto offensivo azzurro con una muraglia difensiva ed il solito grande Buffon.
Per fortuna c’è il cuore e la tenacia di un gruppo che, spinto da tifosi che mai hanno preso fiato, svettano sopra tutto e tutti e si materializzano sotto forma di un uomo nero da incubo per i piemontesi (si fa per dire e per variatio) e che ci fa cullare un sogno da cui non vorremmo mai svegliarci.
Il destino è, quasi, tutto nelle nostre mani: come dice Sarri, andiamo avanti fino a prenderci il palazzo…NOI CI CREDIAMO!!!
FORZA NAPOLI, FORZA MILANO PARTENOPEA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.