GENOA – NAPOLI 2-3
Dopo qualche giorno di pausa, torna la magia del numero tre: il Napoli segna i suoi soliti tre goal in trasferta, Mertens ne fa tre (abboniamogli anche l’autogol), il tutto nel terzo giorno della settimana.
Ma quanta sofferenza in questo 3 – 2 esterno, decisamente troppa e gratuita: gratuito infatti, se non generoso, il regalo concesso sull’iniziale vantaggio del grifone; sanguinolento sul finale il definitivo 2 – 3 made in Scampia.
Ed in mezzo il solito bel Napoli che in mezz’ora ribalta una partita complicata con le lezioni di tecnica di Mertens: punizione da maestro e raddoppio da vedere e rivedere nelle scuole calcio. Sì, perchè è davvero merce rara lo stop a seguire e la palla scagliata sotto il sette: mea culpa, ritenevo il belga stanco…
E poi come non lodare un Koulibaly prezioso come l’oro?
Per il resto, diversi uomini stentano: ahimè, ancora una volta un Hamsik eterno smarrito, Callejon che forse deve rifiatare (ma comprendo i mille dubbi di Sarri sul tenerlo fuori anche un secondo), e poi, Allan davvero è ossigeno per questa squadra…
Bando alle ciance comunque, tre punti pesanti conquistati, testa alla prossima sfida: con gli avversari che non sbagliano un colpo, vietato sbagliare. Napoli, devi essere perfetto come il numero tre.
FORZA NAPOLI, FORZA MILANO PARTENOPEA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *